For collaborations, contact me at meira.co91@gmail.com

mercoledì 10 agosto 2016

My Florence

A solo un'ora e mezza di treno da Roma c'è un sogno che sia io, sia il mio ragazzo avevamo: Firenze. Entrambi stati lì anni anni fa con la scuola, non ricordavamo quasi niente e comunque ci mancava un pezzo molto importante: gli Uffizi.
Abbiamo cercato di organizzare questo viaggio diverse volte, ma le circostanze non ci hanno aiutati... sino ad ora.
Oggi racconto i tre meravigliosi giorni trascorsi in questa bellissima città e vi do anche qualche consiglio!

GIORNO 1
Arriviamo a Firenze per le 11.30 circa, abbiamo tutta la giornata davanti, perciò ci fiondiamo subito in Piazza del Duomo. Sul sito del Grande Museo del Duomo abbiamo acquistato per 15€ un biglietto che consente di visitare il Battistero di S. Giovanni, il Museo e la Cripta di Santa Reparata e di salire sulla Cupola di Brunelleschi e sul Campanile di Giotto. Il biglietto va stampato e vale 48h dopo la prima obliterazione all'entrata del primo monumento visitato. Sul sito stesso si può decidere anche a che ora poter visitare Museo, Campanile e Cupola, ma noi abbiamo deciso di non legarci a degli orari precisi, anche se sicuramente avremmo risparmiato abbastanza fila per quanto riguarda gli ultimi due. Abbiamo visto tutto, tranne la cripta. Dopo le dovute fotografie (ne ho scattate un'infinità in questi giorni!), cominciamo visitando il Battistero di S. Giovanni che con i suoi pavimenti dal sapore arabeggiante e i mosaici dal gusto bizantino mi ha davvero conquistata.
Si è già fatta l'ora di pranzo, perciò mangiamo i nostri panini, che ci consentono di risparmiare, almeno per il primo giorno, tempo e denaro.
Dopo pranzo, facciamo una scelta non molto saggia, quella di salire sul Campanile di Giotto. E' stata una faticata, ma ne vale assolutamente la pena, una volta che sei in cima!
Dopo la pazzia, optiamo per una bella visitina alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, l'unico posto in Piazza del Duomo che è possibile visitare gratis. Internamente è immensa e l'impatto è sorprendente perché, in confronto all'esterno sfarzoso, l'interno è sobrio e quasi spoglio. Spiccano le vetrate, l'orologio italico, il crocifisso, gli affreschi dei monumenti equestri (di Paolo Uccello e Andrea del Castagno), quello di Dante con la Divina Commedia, famosissimo, e, ovviamente, quelli di Giorgio Vasari all'interno della cupola, rappresentanti il Giudizio Universale.
Completiamo la giornata con il Museo, all'interno del quale risaltano la Maddalena Penitente di Donatello e una delle Pietà di Michelangelo.
Stremati, torniamo nel B&B e ci diamo una sistemata per la cena, in una trattoria vicino alla Stazione di Santa Maria Novella, zona in cui alloggiavamo.


GIORNO 2
Il secondo giorno era stato assegnato alla Galleria degli Uffizi (per fortuna, perché il tempo era pessimo). Anche per questa abbiamo prenotato i biglietti online e il mio consiglio è di andare più presto che potete, noi abbiamo scelto l'orario delle 9.15, perché all'interno c'è davvero tantissimo da vedere, vi dico solo che ci siamo seduti per mangiare in un ristorantino lì vicino verso le 14.30. La visita ci ha davvero occupato tutta la mattinata. L'altro consiglio è quello di arrivare lì all'orario esatto che avete scelto, nonostante sulla prenotazione ci sia scritto di presentarsi un quarto d'ora prima, perché tanto prima non vi faranno entrare.
Non mi dilungherò sulle meraviglie all'interno della Galleria perché ci vorrebbero 20 post! Vi dico solo Botticelli, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio, Rosso Fiorentino, Tiziano, Raffaello, Parmigianino, Paolo Uccello, Masaccio, Giotto, Antonello da Messina... di sicuro  dimentico qualcuno, ma vi dico che ogni sala era una continua sorpresa. Trovarsi davanti tutte quelle opere studiate a scuola è un'emozione, i ricordi affiorano alla mente e ti ritrovi a osservare ogni particolare, ogni sfumatura...
La Galleria si sviluppa su due piani (escluso il piano terra che fa da ingresso e shop) e si inizia dal secondo, alla fine del quale c'è il bar. Ora, io ve lo dico: dopo ore passate in piedi a visitare le sale e ad osservare è normalissimo sedersi un attimo lì per prendere qualcosa, ma vi do un avviso sui prezzi davvero astronomici: un cappuccino, un espresso e 2 fette di torta, per un totale di 22€, signori. Beh, dopotutto siamo alla Galleria degli Uffizi.
Una volta finito e fatta la dovuta visita allo shop, corriamo subito a mangiare in un altro ristorantino tipico. La cosa buona di questi posti è che tu puoi sì ordinare alla carta, ma ci sono anche i menu composti da loro, per cui in questo caso con 15€ abbiamo primo, secondo, contorno e acqua. Direi che vale la pena!
Non potevamo non passare da Piazza della Signoria, con le sue statue (di cui alcune copie), in particolare quella del David di Michelangelo, il Marzocco e Giuditta e Oloferne di Donatello, il Perseo di Benvenuto Cellini e il Ratto delle Sabine del Giambologna. Di Palazzo Vecchio abbiamo visto purtroppo solo il piano terra.
Poi è stata la volta di Ponte Vecchio, suggestivo e colorato all'esterno, quando lo attraversi le due parole chiave sono: gioiellerie costosissime e panorama mozzafiato.
E poi di nuovo in Piazza del Duomo per l'impresa titanica: salire sulla Cupola di Brunelleschi. Vi dirò, con la giusta preparazione psicologica, alla fine, quasi 500 scalini si fanno! E lassù è ancora più emozionante del Campanile di Giotto, si è anche più in alto e si vede tutta, ma proprio tutta Firenze. A mio avviso è un'esperienza che va fatta, se non fossi salita me ne sarei davvero pentita.
Dopodiché cosa fai, non ci passi all'Hard Rock Cafe per fare qualche foto e per comprare le consuete magliette (io e mia sorella facciamo la collezione)?? Domanda retorica!
Cena in un localino di fronte alla Chiesa di Santa Maria Novella e poi dritti in camera, che ha ricominciato a piovere!


GIORNO 3
Ultimo giorno, il più tranquillo, perché prevedevamo già che saremmo stati distrutti. Prima tappa: la Basilica di Santa Croce che vi dico già, insieme agli Uffizi, è stata la mia tappa preferita: anche qui ci sono tantissime cose da vedere e solo per visitare l'interno della chiesa ci abbiamo messo un'ora e mezza, tra gli affreschi di Giotto, le tombe famose, il Crocifisso di Cimabue e molto altro. Poi esci e ci sono il chiostro, la Cappella dei Pazzi, il Cimitero Romantico... insomma, non visiti la chiesa e basta, c'è davvero molto altro. E la mattina è passata così!
Il pomeriggio, invece, lo abbiamo dedicato a Santa Maria Novella, con la Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto e il Crocifisso di Michelangelo. Anche qui Chiostro e Cimitero e poi anche gli affreschi restaurati di Paolo Uccello, con la Genesi e la storia di Noè. Semplicemente meravigliosi.
Verso le 17.30 avevamo già finito e a cosa ci siamo dedicati? Al riposo! Eravamo veramente stremati!
L'ultima sera in un'altra trattoria tipica, a suon di salumi, tortelli alla zucca per me, fiorentina per lui e vino.


FIRENZE PER ME
Le mie sensazioni: amo Firenze, senza troppi preamboli. E' uno di quei posti che so di amare senza esserci mai stata (sì, ci sono stata con la scuola, ma non ricordavo praticamente niente). Respiri cultura ovunque, vedi gli abitanti fieri della loro città, c'è pulizia, c'è efficienza, l'aria è meravigliosa e non c'è per niente caldo. Non ho sofferto il caldo neanche alle 2 di pomeriggio. Non so se sono stata fortunata io, ma sicuramente giova il fatto che, nonostante l'Arno, non ho sentito affatto umidità. A parte l'eccessiva folla in alcuni punti (ma è normale, è Firenze!) non ho davvero riscontrato lati negativi, vorrei solo aver avuto più tempo. Ma, secondo me, questa non sarà l'ultima volta.

Se siete arrivati fin qui, grazie! Spero che il post vi sia piaciuto e che vi sia stato utile. Avete mai visitato Firenze? Ci avete vissuto o ci vivete? Ditemi, che voglio sapere anche cosa ne pensate voi!

18 commenti:

  1. amo amo amo Firenze, ci sono stata ehm circa 9 volte xD l'ho vista tutta ma non stanca mai, un giorno vorrei viverci *-*

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awwwwww come me con Roma e alla fine ce l'ho fatta! Te lo auguro cara <3

      Elimina
  2. L'ho visitata una decina di anni fa,mi è piaciuta molto(adoro l'arte e Firenze ne straripa!).
    E poi adoro l'accento toscano!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io adoro l'arte! E anche l'accento toscano eh eh eh :D

      Elimina
  3. Ho vissuto a Firenze per quasi due anni, quando studiavo all'università e ci torno ogni vollta che posso perchè ne sono totalmente innamorata! Laprossima volta che vai sali sul piazzale Michelangelo. Avrai un panorama della città indimenticabile! Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del consiglio cara! C'hai vissuto per due anni wow che fortuna! *-*

      Un bacione!

      Elimina
  4. ...ci sono stata spesso a firenze...da toscana non posso non amarla...adoro pure siena...forse pure di più!!!
    ...un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Siena è meravigliosa, ci sono stata due volte e voglio tornare anche lì!

      Baci!

      Elimina
  5. Quanto è bella Firenze:)) Mi piacerebbe proprio visitarla un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio, è meravigliosa <3

      Elimina
  6. Ciao cara, beh io a Firenze ci sono stata tantissime volte a cominciare dai viaggi estivi con i miei da piccolina, alle gita di terza media, di quinto superiore, per i vari MotoGP al Mugello, per un festival sul Giappone, insomma ci sarò stata almeno una decina di volte, ma vale sempre la pena, è una stupenda città :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Vale sempre la pena", hai assolutamente ragione!

      Elimina
  7. bellissima Firenze, ci sono stata 7/8 anni fa ma vorrei vederla nuovamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me bisognerebbe tipo andarci a cadenza regolare XD

      Elimina
  8. Firenze è stupenda! Spero di tornarci presto :)
    Un bacione

    Arianna
    www.thepinkemotion.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da vedere e rivedere e rivedere e rivedere e rivedere...! :)

      Elimina
  9. Che bella firenze, per me ormai è casa. :)

    RispondiElimina